Se fossi un troiano, sarei Cassandra. Chi se ne frega degli eroi esagitati con tutte le loro fisime da Dei convinti che ostentano sapere, volere e tenacia? Sai che noia! Io voglio la resa davanti all’evidenza. Il miracolo senza cui non si puo’ stare. Io voglio un altare di pietra e pelli di bestie scannate. Conciate. E grezza, la lana, voglio intorno al collo. Voglio i velli e i confini del non ritorno. Voglio crescere come l’edera sui muri, voglio improvvisamente comparire. Come la bellezza sa fare, come tutti fingono di capire. Hai davanti quattro carte questa notte, ognuna e’ un destino. Ci sono quattro tarli diversi, c’e’ il fuoco del camino e Cassandra si piega in avanti e sorride allungando la mano. Prende dal tavolo un foglio di carta e i colori, e saluta con lo sguardo distratto. S’affaccia sospesa sul pozzo, infinito. Socchiude le labbra, non ha piu’ saliva. E qualcosa le parla, e’ una voce, sicuro, ma bisognerebbe provare. Qualcuno crede che attinga, mentre lei strilla, perche’ e’ la sua stessa vita a farle cosi’ tanto male. E nessuno la stima. Nessuno le dà retta. Nessuno le bacia la bocca rossa come la terra. Nessuno la trapassa senza lasciare impressioni, niente l’attraversa abbastanza in fretta. Cassandra ha gli occhi svelti che accolgono il tempo, e la neve e la legna e i turbini grigi sulla sciarpa, prima ancora che arrivi l’inverno.

Leave me alone, Cassandra


(immagine di copertina: Francesca Anita Modotti)

domenica 13 maggio 2012

I MIEI AMICI VERI (PURTROPPO O PER FORTUNA)


I veri amici sono quelli che non ti vogliono scopare.
I veri compagni sono quelli che non ti vogliono fottere.
Quelli di cui puoi fidarti sono coloro ai quali non frega un cazzo di te...

(Frammento caduto dal racconto "La morte tifa Nello")

19 commenti:

  1. bentornato, la terza in effetti è credibile le prime due, dipende, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah non lo so. e cmq non me ne frega un cazzo! :P (grazie carissima... in realta' torno tra 10 minuti, questo e' solo un pezzo che non entra nel raccontone che ho scritto nell'ultimo mese..)

      Elimina
  2. Questo perchè l'amicizia è sempre il miglior travestimento dell'opportunista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh.. probabilmente e' cosi'. ma anche il "compagno" ha i suoi pregi come travestimento

      Elimina
  3. Questo perchè l'amicizia è il miglior travestimento dell'opportunismo.

    RispondiElimina
  4. Sono tuo amico, sono tuo compagno e non me ne frega un cazzo di te: come la mettiamo?
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. sei l'amico compagno perfetto allora...

    RispondiElimina
  6. E’ difficile avere un amico. Un vero amico. Di quelli che ti aiutano a seppellire un corpo senza fare domande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah io se vedo un corpo lo seppellisco senza chiedere niente...

      Elimina
  7. Questa la rubo. :-) (sucre)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti l'ho scritta, non ci stava piu' nel racconto e mi dispiaceva buttarla... :)

      Elimina
    2. mi piace. E sappi che è finita nel mio quadernetto delle frasi da ricordare. Si sa mai che poi, tra mille anni, mi invento un altro calendario.... :-) (sucre)

      Elimina
    3. il calendario 3012? ottimista...

      Elimina
  8. Te ne spedirò una copia. (mò me lo segno) :-))) Sucre

    RispondiElimina
  9. In disaccordo almeno sull'ultimo punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è evidente che hai solo cannibali e nemmeno un amico vero

      Elimina
    2. Meglio soli che male accompagnati dicono. Forse non ho tutta questa necessità di avere necessariamente amici. Me ne basta anche solo uno purché sia buono.

      Elimina
    3. http://www.youtube.com/watch?v=E0wbVR2JxCA

      Elimina